martedì 14 marzo 2017

Verlaine



Una aveva quindici anni, l'altra sedici;
dormivano tutte e due nella stessa stanza;
era una sera molto greve di settembre;
gracili occhi azzurri, rossori di fragola.

Entrambe han lasciato , per stare a loro agio,
la camicia leggera dal fresco profumo d'ambra.
La più giovane tende le braccia, e si stira,
e la sorella, le mani sui seni, la bacia.

Paul Verlaine

venerdì 10 marzo 2017

spettri nudi



"Strano che coloro i quali hanno avuto la visione di spettri nudi, non abbiano dato un'occhiata ai loro genitali!"- Spinoza

sabato 4 marzo 2017

l'amore distorce le cose



“L'amore distorce le cose. E, ancor peggio, l'amore è una cosa che non hai mai chiesto. L'erotismo è una cosa che ho chiesto o preteso dagli uomini. Ma questo amore idiota.. mi sentivo umiliata da esso e da tutta la disonestà che lo segue. L'erotismo è dire si. L'amore fa appello a istinti più bassi, avvolti nelle bugie. Come si fa a dire sì quando intendi no e viceversa? Mi vergognavo per quello che ero diventata. Ma era fuori dal mio controllo.” - Charlotte Lucy Gainsbourg (Joe)

mercoledì 1 marzo 2017

la donna ideale


sogno di un uomo
è una puttana con un dente d'oro
e il reggicalze,
profumata
con ciglia finte
rimmel
orecchini
mutandine rosa
l'alito che sa di salame
tacchi alti
calze con una piccolissima smagliatura
sul polpaccio sinistro,
un po' grassa,
un po' sbronza,
un po' sciocca e un po' matta
che non racconta barzellette sconce
e ha tre verruche sulla schiena
e finge di apprezzare la musica sinfonica
e che si ferma una settimana
solo una settimana
e lava i piatti e fa da mangiare
e scopa e fa i pompini
e lava il pavimento della cucina
e non mostra le foto dei suoi figli
né parla del marito o ex-marito
di dove è andata a scuola o dov'è nata
o perché l'ultima volta è finita in prigione
o di chi è innamorata,
si ferma solo una settimana
solo una settimana
e fa quello che deve fare
poi se ne va e non torna più indietro
a prendere l'orecchino che ha dimenticato sul comò.

- Charles Bukowski

domenica 26 febbraio 2017

Lady Lazarus



I have done it again.
One year in every ten
i manage it-

a sort of walking miracle, my skin
Bright as a Nazi lampshade,
My right foot

a paperweight,
My face a featureless, fine
Jew linen.

Peel off the napkin
0 my enemy.
Do i terrify? -

The nose, the eye pits, the full set of teeth?
The sour breath
Will vanish in a day.

Soon, soon the flesh
The grave cave ate will be
At home on me

And i a smiling woman.
I am only thirty.
And like the cat i have nine times to die.

This is Number Three.
What a trash
To annihilate each decade.

What a million filaments.
The peanut-crunching crowd
Shoves in to see

Them unwrap me hand and foot
The big strip tease.
Gentlemen, ladies

These are my hands
My knees.
I may be skin and bone,

Nevertheless, i am the same, identical woman.
The first time it happened i was ten.
It was an accident.

The second time i meant
To last it out and not come back at all.
I rocked shut

As a seashell.
They had to call and call
And pick the worms off me like sticky pearls.

Dying
Is an art, like everything else,
i do it exceptionally well.

I do it so it feels like hell.
I do it so it feels real.
I guess you could say i've a call.

It's easy enough to do it in a cell.
It's easy enough to do it and stay put.
It's the theatrical

Comeback in broad day
To the same place, the same face, the same brute
Amused shout:

'a miracle!'
That knocks me out.
There is a charge

For the eyeing of my scars, there is a charge
For the hearing of my heart-
It really goes.

And there is a charge, a very large charge
For a word or a touch
Or a bit of blood

Or a piece of my hair or my clothes.
So, so, Herr Doktor.
So, Herr Enemy.

I am your opus,
i am your valuable,
The pure gold baby

That melts to a shriek.
I turn and burn.
Do not think i underestimate your great concern.

Ash, ash -
You poke and stir.
Flesh, bone, there is nothing there-

a cake of soap,
a wedding ring,
a gold filling.

Herr God, Herr Lucifer
Beware
Beware.

Out of the ash
i rise with my red hair
And i eat men like air.


- Sylvia Plathda PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/poesie/poesie-d-autore/poesia-79087?f=a:3701>

sabato 25 febbraio 2017

mi sono coperta di parole




Io mi sono coperta di parole
perché nessuno trovi il silenzio in cui sto

- Marie Noël

Vincent




"Penso spesso che la notte è più viva e intensamente colorata del giorno" - Vincent van Gogh